Home
Piemondo
Pasta e fagioli alla moda di Casale Popolo PDF Stampa E-mail
Ricette piemontesi

Ingredienti (per dieci persone):

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Settembre 2018 10:38
Leggi tutto...
 
FRITTO MISTO ALLA MONFERRINA PDF Stampa E-mail
Ricette piemontesi

Ingredienti (per dodici persone):

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Settembre 2018 10:35
Leggi tutto...
 
FUNGHI SOTT'OLIO PDF Stampa E-mail
Ricette piemontesi

Ingredienti (per2 litri):
2 kg. di chiodini
mezzo litro di bianco secco
pepe, bacche di ginepro
1 bicchiere di aceto
alloro, chiodi di garofano, aglio q.b.
un litro d'olio d'oliva extravergine

Preparazione:

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Settembre 2018 10:34
Leggi tutto...
 
Insalata di funghi e tartufi PDF Stampa E-mail
Ricette piemontesi

Dosi per 6 persone:

500 gr. di funghi porcini sani e duri  (o, in mancanza, ovoli reali);
un tartufo bianco...

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Settembre 2018 10:34
Leggi tutto...
 
Autunno a tavola PDF Stampa E-mail
Le stagioni in cucina

Nella cucina dell'autunno piemontese, c'è naturalmente il celeberrimo Tartufo bianco una delizia sull'insalata di carne cruda, sui tajarin (varie paste compresi gli agnolotti), sulla fonduta,  sull'uovo all'occhio di bue, sul prosciutto crudo con un goccio di olio, e poi ancora sui formaggi a pasta delicata e di giusta stagionatura o da solo con un filo d'olio.

Nei tempi passati l'autunno era la giusta stagione degli Agnolotti, anche se oggi si trovano e si mangiano tutto l'anno. Con i sinonimi di ravioli, raviole, gli agnolotti sono uno dei "primi" più classici della cucina piemontese.

E' in autunno che si comincia a sentire l'odore dell'aglio e delle acciughe, segnale di "Bagna Caoda". E a cavallo tra l'autunno e l'inverno è anche l'epoca del Bollito. Il Bollito è un piatto che si trova, più o meno, in tutta Italia settentrionale e anche all'estero.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Settembre 2018 10:53
Leggi tutto...
 
Parco Capanne di Marcarolo PDF Stampa E-mail
Parchi, giardini ed orti botanici

Istituito su una estensione compresa tra i 250 e i 1.172 metri di altezza, il vasto altopiano di Marcarolo è situato nell'area montuosa dell'Appennino ligure-piemontese. L'area del parco è dominata dalla piramide massiccia del Monte Tobbio.

La particolare collocazione geografica ne determina una estrema varietà climatica che origina diversi micro-ambienti, spesso vicini tra loro. A zone brulle ed aride, con vegetazione prevalentemente erbacea ed arbustiva, si alternano versanti particolarmente freschi e umidi. Ai margini settentrionali del parco sono ancora visibili tracce delle antiche coltivazioni di castagno, mentre la vegetazione forestale è caratterizzata da rovere, faggio, sorbo, pero corvino, ranno e ultimamente, in seguito a rimboscamenti artificiali, pino marittimo, pino nero e abete rosso. Nel corso dei secoli, l'attività umana ha profondamente modellato il paesaggio: infatti,ampie superfici sono state disboscate per fornire legname ai cantieri della Repubblica marinara di Genova. Nel parco si snodano sentieri segnati dalla F.I.E. (Federazione Italiana Escursionisti).

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Luglio 2018 14:46
Leggi tutto...
 
Saluzzo e l'antico Marchesato PDF Stampa E-mail
Itinerari

Itinerario: Saluzzo / Manta / Abbazia di Santa Maria di Staffarda / Revello


Questo itinerario si sviluppa attorno alla città di Saluzzo, seguendo le tracce più importanti dell'antico Marchesato omonimo, che tanta importanza ebbe alla fine del Medioevo e durante il Rinascimento.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Luglio 2018 14:41
Leggi tutto...
 
La Valle Antrona PDF Stampa E-mail
Itinerari

Itinerario: Montescheno / Viganella / Seppiana / Antrona

Tra le valli dell'Ossola, l'Antrona è forse la meno famosa: ma questa peculiarità non ne costituisce certo un elemento penalizzante. Anzi, l'assenza di turismo di massa ha permesso di mantenere un ambiente ancora intatto. Di particolare pregio l'architettura tipica dei suoi paesi, dove si incontrano ancora antichi torchi da uva, forni per il pane e abitazioni rustiche. Ovunque si respira ancora un'atmosfera genuina a misura d'uomo con le donne che vestono i costumi tradizionali e lavorano il puncetto.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Luglio 2018 14:40
Leggi tutto...
 
La Malvasia PDF Stampa E-mail
Vini e Liquori


Le Malvasie piemontesi sono vini rossi, dolci, fragranti, leggermente aromatici. La caratteristica peculiare della Malvasia di Casorzo e di quella di Castelnuovo Don Bosco è quella di avere una gradazione alcolica non superiore a 10,5 gradi, non tutta sviluppata in alcol, ma ancora in tenore zuccherino (esiste anche qualche varietà spumante).

La Malvasia di Casorzo, oltre che con l'uva Malvasia, può essere fatta con aggiunte, al massimo il 10 per cento, di uve tradizionali dei vigneti del luogo, come Freisa, Barbera, Grignolino. Ha un colore rosso rubino o rosso ciliegia.

La Malvasia di Castelnuovo Don Bosco è prodotta con uve Malvasia di Schierano, con l'aggiunta di Freisa. Color rosso ciliegia.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Luglio 2018 14:39
Leggi tutto...
 
Il Ghemme PDF Stampa E-mail
Vini e Liquori

Si tratta di un vino rosso, che prende il nome dalla cittadina in provincia di Novara, zona ricca di antichissime tradizioni vinicole, alcune delle quali risalenti all'imperatore romano Tiberio, nel I secolo dopo Cristo.

Il Ghemme è un altro dei grandi vini piemontesi figli dell'uva Nebbiolo, anche se la normativa consente l'aggiunta di uve Vespolina e Bonarda Novarese. Ha colore rosso con sfumature granato, delicato profumo di viola,

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Luglio 2018 14:37
Leggi tutto...
 
Il Gattinara PDF Stampa E-mail
Vini e Liquori

Il Gattinara


Si tratta di un vino rosso DOCG, spesso considerato al pari dei grandi vini piemontesi come il Barolo e il Barbaresco. Il Gattinara, dal nome del paese omonimo in provincia di Vercelli, chiamato anche Spanna, è ottenuto a partire dalle uve Nebbiolo, motivo per cui è accomunato ai famosi rossi del Piemonte; tuttavia nel suo caso sono permesse aggiunte di piccole quantità di uva Bonarda di Gattinara.

Presenta un colore rosso intenso, granato, con sfumature di aranciato e, come tutti i vini a base di Nebbiolo, ha un intenso profumo di viola. Il sapore è asciutto, lievemente amarognolo, ha una gradazione pari a 12 e deve essere invecchiato almeno quattro anni, di cui due in botte.

Ha origini antichissime:

Ultimo aggiornamento Martedì 03 Aprile 2018 15:35
Leggi tutto...
 
Proverbi PDF Stampa E-mail
Proverbi

Raccolta di proverbi piemontesi

"La raserenà dla noit a dura gnanca fin che l'gal a le coit"     La rasserenata notturna non dura neanche fino a mezzogiorno. (Proverbio inviato da Manuela)
"Tera neira da bon froment, tera biaca anga-na a gent"     La terra nera dà buon frutto, la terra bianca inganna  (Inviato da Michele Musso)
"Al prim colp l'erbo a casca nen"     Al primo colpo l'albero non casca

Ultimo aggiornamento Martedì 03 Aprile 2018 15:27
Leggi tutto...
 
Astigiano in bici PDF Stampa E-mail
Bicicletta

Piemonte in bicicletta: libertà tra campagne, castelli e montagne

La bicicletta è il mezzo ideale per assaporare tutte le sfaccettature del Piemonte: le colline del Monferrato e della Langa, la tranquilla pianura del Po, gli impegnativi percorsi di montagna che hanno fatto la storia del Giro d'Italia e che, dopo un'estenuante fatica, portano l'appassionato davanti a spettacoli naturali unici al mondo. In Piemonte ogni giro di pedale riserva sempre una sorpresa: si scoprono castelli, piccole chiese sperdute dal fascino medioevale, per non parlare degli infiniti profumi della gastronomia che attraversano la via del ciclista, attirandolo spesso verso il pergolato di piccole osterie ricche di bontà.

Qui di seguito è proposta una serie di itinerari, scelti cercando di coprire tutti i possibili aspetti interessanti della regione, senza per questo pretendere di essere una Guida, ma piuttosto un aiuto per iniziare a scoprire nuovi percorsi, per sentirsi un po' come il più famoso ciclista piemontese, "un uomo solo al comando", Fausto Coppi.  

E' ora di iniziare: buon giro a tutti!

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Luglio 2018 14:39
Leggi tutto...
 
I giardini piemontesi PDF Stampa E-mail
Parchi, giardini ed orti botanici

Giardini ed orti botanici in Piemonte, con orari di apertura

 

Ultimo aggiornamento Martedì 03 Aprile 2018 15:19
Leggi tutto...
 
I fiori protetti del Piemonte PDF Stampa E-mail
Natura


per gentile concessione di Guido Nigrelli,
articolo pubblicato su Piemonte Parchi e sul suo sito personale: NaturaWeb
(produced by NaturaWeb) 

La natura offre talvolta aspetti apparentemente insignificanti: un piccolo fiore, ad esempio. Durante la primavera la natura sembra esplodere tumultuosamente mettendo in evidenza uno dei numerosi aspetti che qua e là ci offre e che, a volte, passano inosservati: la vegetazione che ci circonda, nelle sue forme variegate ed i suoi rutilanti colori. All'interno di questo "mondo verde", vi sono però alcune specie la cui presenza sulla terra risulta molto scarsa e/o precaria.

Ultimo aggiornamento Martedì 03 Aprile 2018 15:20
Leggi tutto...