Home Itinerari Saluzzo e l'antico Marchesato
Saluzzo e l'antico Marchesato PDF Stampa E-mail
Itinerari

Itinerario: Saluzzo / Manta / Abbazia di Santa Maria di Staffarda / Revello


Questo itinerario si sviluppa attorno alla città di Saluzzo, seguendo le tracce più importanti dell'antico Marchesato omonimo, che tanta importanza ebbe alla fine del Medioevo e durante il Rinascimento.

 

Per arrivare a Saluzzo: da nord o sud seguire l'Autostrada A6 Torino-Savona uscendo a Marene; da est si può seguire la Strada Statale 231 da Asti fino a Bra e quindi dirigersi verso Saluzzo.

La città è una delle più belle del Piemonte: ha infatti conservato molte testimonianze del passato aristocratico, sia nella struttura urbanistica del centro storico sia nei singoli palazzi. Lungo Salita al Castello, che porta alla Castiglia, sorgono importanti palazzi, tra cui l'Antico Palazzo Comunale con la Torre Civica del Quattrocento e la Casa delle Arti. Sempre nel centro storico da vedere la Chiesa di San Giovanni, costruita nel XIV secolo e rimaneggiata nel secolo successivo con l'aggiunta della cappella Marchionale e del chiostro. Infine la Casa Cavassa, ora Museo Civico, edificio gotico del XV secolo, riplasmato poi in forme rinascimentali; la facciata è decorata con un portone marmoreo cinquecentesco opera del Sanmicheli. All'interno numerose sale affrescate, arredi, opere di pittori piemontesi dal XIV al XIX secolo ed i cimeli di Silvio Pellico.

Saluzzo è diventata famosa anche per la lunga tradizione dell'artigianato del mobile e del restauro: interessanti, a riguardo, le fiere nazionali di maggio e settembre.

Appena fuori Saluzzo vale la pena visitare il Castello dei Marchesi di Saluzzo, ora proprietà del FAI, a Manta, antica capitale del Marchesato. Costruzione trecentesca trasformata in dimora signorile nel 1500, il Castello conserva al suo interno, nella Sala Baronale, uno dei più importanti cicli pittorici profani tardo gotici, raffigurante "Nove Prodi e Nove Eroine" e "La fontana della giovinezza".

Tappa successiva, dopo essere tornati a Saluzzo, l'Abbazia di Santa Maria di Staffarda, fondata dai Marchesi di Saluzzo nel 1135 e affidata ai monaci cistercensi. E' uno dei monumenti medioevali più importanti del Piemonte; sono visibili la chiesa, eretta tra il 1150 e il 1210, a tre navate con absidi circolari, il chiostro, a cui si accede dalla sala capitolare, la foresteria e l'ala del mercato.

L'itinerario si conclude a Revello, comune adiacente l'Abbazia, all'interno del quale si possono visitare due veri gioielli architettonici: la Chiesa Collegiata del Quattrocento e la Cappella Marchionale, nell'edificio che ospita il Comune. Nella vicina piazza Denina, sorge la loggia pubblica del '400 e, in alto, sono visibili i resti della rocca di Bramafam.

 

Indirizzi utili:

Ufficio Turistico di Saluzzo

tel. 0175-46710

Abbazia di Staffarda

tel. 0175-273215 (orario: da martedì a domenica h. 8-12.30 / 14-18, chiuso lunedì)

 

Castello di Manta

tel. 0175-87822

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Luglio 2018 14:41