Home Natura
Natura
I giardini piemontesi PDF Stampa E-mail
Parchi, giardini ed orti botanici

Giardini ed orti botanici in Piemonte, con orari di apertura

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Novembre 2011 10:23
Leggi tutto...
 
Gran Paradiso PDF Stampa E-mail
Parchi, giardini ed orti botanici

PARCO NATURALE DEL GRAN PARADISO

Il Parco del Gran Paradiso, Istituito con Regio Decreto nel 1922, occupa una vasta area che geograficamente è posta a cavallo fra il Piemonte e la Val d'Aosta, nelle Alpi Graie.
Il Gran Paradiso è un unico, grande massicio montuoso compreso all'incirca tra le Valli della Dora Baltea in Val d'Aosta e la Valle dell'Orco in Piemonte.
Il territorio del Parco è formato da cinque valli principali: Cogne, Valsavarenche, Rhemes (valdostane) e Orco e Soana (piemontesi); racchiude, inoltre, circa 60 ghiacciai, circa 60 laghetti e numerose cascate.

Geologicamente il parco è formato per lo più da rocce metamorfiche e, in misura minore, di rocce ignee.
Lungo i 7 Km. di frontiera con la Francia, il parco confina con il Parco Nazionale della Venoise, formando così un'area naturale protetta "internazionale" di complessivi 120.000 ettari.
La vegetazione del parco è costituita prevalentemente da boschi di larice, abete rosso e di abete bianco. Nelle zone di confine tra i boschi e i pascoli crescono ontani, ginepri comuni, rododendri.
I pascoli alpini sono ricchi di graminacee; nelle rupi e nei detriti sono presenti specie di sassifraghe, semprevivi e artemisie.

Il simbolo del parco è lo stambecco, specie in via di estinzione alla fine del 1700, è all'origine dell'istituzione dell'area protetta, che ne ha salvaguardato il ripopolamento.
La fauna è ricca di camosci, lepri alpine, volpi, tassi e martore. Tra gli uccelli sono presenti: l'aquila reale, la pernice bianca, il fagiano di monte, la coturnice, la trota comune, la trota iridea, la trota fario.

Nel parco si trova il giardino botanico Paradisia fondato nel 1955 in cui sono coltivate 1500 specie.

Indirizzi e numeri utili



Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Maggio 2010 10:26
Leggi tutto...
 
Parco alpi marittime PDF Stampa E-mail
Parchi, giardini ed orti botanici

Situato nelle Alpi Marittime, confinante con il Parco Nazionale francese del Mercantour con il quale dal 1987 è gemellato e si estende ad un'altitudine compresa fra gli 870 e i 3.297 metri. E' il più grande parco regionale piemontese.

L'ambiente è aspro e selvaggio e  la zona, per la  relativa vicinanza al mare e la risalita dei venti caldi meridionali, è soggetta, nella stagione primaverile, a frequenti fenomeni di valanghe causate dallo scioglimento precoce delle nevi. Una notevole importanza riveste la presenza delle sorgenti termali di Valdieri.

Il Parco presenta numerosi e preziosi endemismi dal punto di vista della flora e una sorta di catalogo delle specie botaniche più significative si trova nel giardino botanico Valderia, poco distante dagli stabilimenti termali delle terme di Valdieri.

La fauna presente nel parco è rappresentata da marmotte,  cinghiali, lepri, scoiattoli, camosci e stambecchi, mentre è frequente il transito estivo di mufloni provenienti dal Mercantour.Tra gli uccelli, segnaliamo: il falco pellegrino, lo sparviero, l'aquila reale, il picchio nero ed il gracchio corallino.

All'interno del parco si trova la Riserva Naturale Speciale del  Bosco di Palanfré.


Indirizzi e numeri utili

Ostelllo :Tel. 0171-978388.

Centro Sportivo Gelas, Coop. Valges : Tel. 0171-978458.

Comune di Valdieri : Tel. 0171-97109.

Comune di Entracque :Tel. 0171-978108.

Comune di Aisone: Tel. 0171-95751

Comunità Montana Valli Gesso, Vermenagna, Pesio: Tel. 0171-78240.

Comunità Montana Valle Stura :  Tel. 0171-955555.

Coop. Guide Alpine Marittime: Tel. 0171-65955.

CAMPEGGI

IL CASTAGNETO Loc. Forani 12010 Aisone   Tel. 0171-95768

VALLE GESSO Via Provinciale, 3- 12010 Entracque Tel. 0171-978247

IL BOSCO Via Santa Lucia, 3 - 12010 Entracque Tel. 0171-978396

SOTTO IL FAGGIO Fraz. S. Giacomo - 12010 Entracque Tel. 0171-97870

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Giugno 2010 11:18
 
Parco Capanne di Marcarolo PDF Stampa E-mail
Parchi, giardini ed orti botanici

Istituito su una estensione compresa tra i 250 e i 1.172 metri di altezza, il vasto altopiano di Marcarolo è situato nell'area montuosa dell'Appennino ligure-piemontese. L'area del parco è dominata dalla piramide massiccia del Monte Tobbio.

La particolare collocazione geografica ne determina una estrema varietà climatica che origina diversi micro-ambienti, spesso vicini tra loro. A zone brulle ed aride, con vegetazione prevalentemente erbacea ed arbustiva, si alternano versanti particolarmente freschi e umidi. Ai margini settentrionali del parco sono ancora visibili tracce delle antiche coltivazioni di castagno, mentre la vegetazione forestale è caratterizzata da rovere, faggio, sorbo, pero corvino, ranno e ultimamente, in seguito a rimboscamenti artificiali, pino marittimo, pino nero e abete rosso. Nel corso dei secoli, l'attività umana ha profondamente modellato il paesaggio: infatti,ampie superfici sono state disboscate per fornire legname ai cantieri della Repubblica marinara di Genova. Nel parco si snodano sentieri segnati dalla F.I.E. (Federazione Italiana Escursionisti).



Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Maggio 2010 10:24
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3