Albugnano PDF Stampa E-mail
Monferrato, Astesana, Alessandrino

STEMMA DI ALBUGNANO

 

Lo stemma del paese, scudo rosso gigliato oro, è visibile nel trittico sull'altare di Vezzolano, accanto alla statua di Carlo VIII di Francia. Lo scudo rosso era l'arma dei Monferrato (ramo paleologo), protettori di Vezzolano. I tre gigli dorati furono concessi da Carlo VIII nella visita del 1495 quale riconoscimento per l'ospitalità ricevuta.

Si racconta che nel suo viaggio in Italia nel 1494 Carlo VIII fu accolto a Torino, Chieri ed Asti dove si fermò alcuni mesi per malattia, poi proseguì per Pavia. Carlo VIII ritorno a Chieri nel 1495, ospite del Solaro. Secondo la tradizione, in questa occasione visitò Vezzolano e concesse i tre gigli dorati nello scudo in segno di riconoscimento per l'ospitalità ricevuta e per le cure del canonico-cerusico-erborista di Vezzolano che l'aveva guarito durante il precedente soggiorno ad Asti.

 

Abbazia di Santa Maria di Vezzolano che sorge ai piedi della collina, in una conca verdeggiante, fresca e ben coltivata e rappresenta uno dei più pregevoli monumenti religiosi medioevali del Piemonte. Secondo la leggenda, l'imperatore nell'anno 773 stava cacciando nella selva di Vezzolano quando, improvvisamente gli sarebbero apparsi 3 scheletri usciti da una tomba, provocandogli grande spavento. Confortato da un pio eremita, e invitato a pregare la Vergine, ebbe un'apparizione e così egli volle erigere su quel luogo una chiesa abbaziale. Distrutta nel X secolo a opera dei Saraceni, fra alterne vicende, l'Abbazia fu occupata da religiosi fino agli inizi dell'800.  Attualmente rimangono la chiesa con il campanile, il chiostro e la sala capitolare.



Provincia di: Asti

Altitudine: m.549

Denominazione abitanti: Albugnesi

Distanza da Asti: 32 Km

 

Articoli correlati

Scorci del Piemonte

biennale foto.jpg

Chi c'è on line

 30 visitatori online