Lu Monferrato PDF Stampa E-mail
Monferrato, Astesana, Alessandrino

Provincia di Alessandria
Altitudine m. 307
Denominazione abitanti: luesi
Distanza da Alessandria: km 19
Autostrada: casello A21 Alessandria Ovest
Il patrono di Lu è San Valerio, festeggiato il 22 Gennaio.

 

Centro agricolo del basso Monferrato, situato in posizione panoramica sulla sommità di una dorsale collinare che domina a sud la valle del Tanaro e a nord la pianura del Po.

Il comune si estende su entrambi i versanti della collina che segna la divisione pluviale tra i bacini dei due fiumi.

Lo stemma che rappresenta il comune di Lu, nel cui campo figurano la mezzaluna e tre stelle, ha una tradizione storica locale. Il paese sembra sia stato posseduto, per un lasso di tempo non precisato, dai saraceni. Alcuni sostengono che Lu derivi dalla LV (cinquantacinquesima) legione romana, oppure dalla Legio V (L.V.) la legione di Cesare che si fermò da queste parti al ritorno dalle Gallie.

Ma l'ipotesi più probabile che il nome Lu derivi da una lapide millenaria che si trovava presso la strada romana della Valle Grana.

Il centro è situato sulla cresta di una collina, sulla cui cima, si erge un'antica Torre che per secoli ha svettato solitaria, dando una particolare caratteristica al paese.

Lu conserva ancora alcune case del XV secolo, avanzi delle fortificazioni e appunto l'antica Torre di segnalazione. La Chiesa di Santa Maria Nuova, iniziata nel 1479, racchiude nelle fondamenta la romanica Chiesa di San Pietro. All'interno si conservano pregevoli tavole in legno, la Madonna del Rosario di scuola vercellese e Le cinque Vergini di Guglielmo Caccia detto il Moncalvo. Alla chiesa appartiene anche il più famoso quadro di Pier Francesco Guala, I canonici di Lu, oggi al Museo di Casale.

La chiesa di San Giacomo ha il campanile e la facciata in stile barocco e la tribuna dell'organo scolpita in legno. La Chiesa di San Nazzaro, conserva un fonte battesimale ligneo cinquecentesco, dipinti del Caccia e un crocefisso artistico in legno di autore ignoto.

Il patrono di Lu è San Valerio, festeggiato il 22 Gennaio.

La leggenda narra che il Santo, venne ucciso dagli ariani e, si racconta appunto che il 22 Gennaio, nel campo dove era seppellito il martire, crebbe miracolosamente il grano, una volta trovato il corpo, tutti i paesi limitrofi se ne contesero il possesso. Fu deciso allora di lasciare la scelta alla sorte: il corpo del Santo fu deposto su un carro trainato da due giovenche che si diressero sicure verso Lu.

Economia

Il paese di Lu si basa prevalentemente su una economia agricola, con produzione di vini pregiati, ma vi sono anche laboratori orafi e altre aziende artigianali.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 31 Marzo 2010 11:11