Home Tempo libero Natale in Piemonte
Natale in Piemonte

Il Natale in Piemonte viene spesso celebrato attraverso sacre rappresentazioni, presepi scultorei, che per l'occasione vengono esposti al pubblico, e presepi viventi.
In questa sezione riportiamo una rassegna di alcune delle rievocazioni più significative, le manifestazioni regionali legate al Natale e le tradizioni gastronomiche locali.



Vini delle Feste - La Malvasia PDF Stampa E-mail
Natale in Piemonte

 


Le Malvasie piemontesi sono vini rossi, dolci, fragranti, leggermente aromatici. La caratteristica peculiare della Malvasia di Casorzo e di quella di Castelnuovo Don Bosco è quella di avere una gradazione alcolica non superiore a 10,5 gradi, non tutta sviluppata in alcol, ma ancora in tenore zuccherino (esiste anche qualche varietà spumante).

La Malvasia di Casorzo, oltre che con l'uva Malvasia, può essere fatta con aggiunte, al massimo il 10 per cento, di uve tradizionali dei vigneti del luogo, come Freisa, Barbera, Grignolino. Ha un colore rosso rubino o rosso ciliegia.

La Malvasia di Castelnuovo Don Bosco è prodotta con uve Malvasia di Schierano, con l'aggiunta di Freisa. Color rosso ciliegia.

Per le Malvasie la legge non prevede invecchiamento, di solito è bevuta l'anno seguente la vendemmia.

Se prodotta secondo la apposite rigorose regole di vinificazione, è anche utilizzata come vino da messa. E' una versione di Malvasia color rosso rubino con riflessi aranciati, profumo molto intenso (è infatti ottenuta da raccolto tardivo e da uve leggermente appassite) ed è poco alcolica.

Esiste una leggenda sulla nascita della Malvasia avvenuta in Valle d'Aosta: un certo Adimaro, colono del feudatario di Nus, venne sorpreso mentre portava in chiesa del vino per il parroco, ottenuto da una vigna coltivata all'insaputa del padrone. Il feudatario volle sapere di che liquido si trattasse e Adimaro rispose "succo di malva". Non contento della risposta il signore del luogo volle assaggiare, allora Adimaro, temendone la collera, invocò il miracolo: "che malva sia, per favore, mio Dio". In effetti il vino si tramutò in succo di malva e da allora sarebbe rimasto il nome "malva – sia".

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Novembre 2010 18:23
 
Presepi viventi PDF Stampa E-mail
Natale in Piemonte

Nei piccoli centri rurali piemontesi si svolgono numerosi presepi viventi, ambientati nelle parti storiche dei paesi, dove sono rappresentati gli antichi mestieri e viene proposta la vita del primo novecento tra Alpi e pianura.
Classico è l'appuntamento del 24 dicembre, che termina con la S.S. Messa di Mezzanotte e l'arrivo di Giuseppe e Maria. Le diverse località ripetono a turno la rappresentazione che si svolge quasi sempre in tarda serata.

Di seguito sono elencati gli appuntamenti più importanti.

Ultimo aggiornamento Venerdì 13 Dicembre 2019 16:33
Leggi tutto...
 
Tradizioni - Il vischio PDF Stampa E-mail
Natale in Piemonte

Il vischio, un magico dono della natura

Il vischio è sempre stato una pianta sacra. Una specie di miracolo della natura che d'inverno spicca nei boschi quando alberi e arbusti mostrano solo rami spogli. Già Plinio il Vecchio descrive i rituali delle popolazioni galliche che accompagnavano la raccolta del vischio: "Nel sesto giorno dopo il solstizio d'inverno i druidi si avvicinavano alla quercia indossando vesti candide e conducendo alla cavezza due tori bianchi. Il capo dei sacerdoti saliva sull'albero e usando un falcetto d'oro tagliava i rami del vischio che venivano raccolti in una pezza di lino immacolata, prima che cadessero a terra. Poi, immolati i due animali, pregavano per la prosperità di quanti avrebbero ricevuto il dono".

Ultimo aggiornamento Venerdì 13 Dicembre 2019 16:36
Leggi tutto...
 
Tradizioni - Il panettone in Piemonte PDF Stampa E-mail
Natale in Piemonte

Una fetta di Piemonte anche in Nuova Zelanda

Sulla nascita del panettone o pane farcito ci sono numerose leggende che ne fanno risalire l'origine al 1400 presso la corte milanese di Ludovico il Moro. Il Piemonte, però, nella storia del panettone ha una sua collocazione ben precisa, perchè da noi è nato il panettone basso ricoperto d glassa croccante a base di nocciola tonda e gentile delle Langhe.

Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Dicembre 2017 17:27
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 5